Carte acque

La pesca è consentita soltanto con regolare licenza di pesca e permesso giornaliero. È permessa la pesca un‘ora prima che sorga iI sole a un‘ora dopo iI tramonto. È obbligatorio dimostrare a semplice richiesta all’ acquicoltore, ai guardiapesca ed agli organi di controllo senza indugio la licenza di pesca, il permesso Giornaliero, i pesci catturati, l’attrezzatura e le esche in uso. È obbligatorio segnare immediatamente il numero del tratto d’acqua e la data, nel quale si effettua la pesca. Durante l’esercizio della pesca c’è l’obbligo di permanenza nella immediata vicinanza delle attrezzature. L’ amo deve avere un’apertura minima di 1 cm (fà d’eccezione la mosca e camoliera).  È vietata la vendita o la permuta della preda. Il mancato rispetto delle disposizioni comporta iI ritiro immediato del permesso e le sanzioni previste dalla legge. Inoltre l‘acquicoltore si riserva di non accordare altri permessi di pesca nel corso della stagione. È vietato abbandonare rifiuti di alcun genere sulle rive ed in acqua.

La pesca è consentita solo dalla riva.  È consentita l’entrata in acqua purchè non si disturbi altri pescatori. È consentita la pesca con 2 canne. Ogni pesce di misura catturato deve essere ucciso immediatamente e segnato nell’apposita scheda del permesso giornaliero prima di riprendere la pesca. I pesci sottomisura devono essere rimessi subito in acqua, tagliando la lenza appena fuori dalla bocca. Fà d’eccezione la pesca con la mosca, streamer, ninfa, cucchiaino, spinner con un amo senza ardiglione. È permesso l’acquisto di un secondo permesso giornaliero, soltanto dopo aver raggiunto la quota massima con il primo permesso.

lg md sm xs